Blog: http://LuceLunare.ilcannocchiale.it

Poi dice "non ti commuovere"

Mi vogliono male.
Cioè, no, mi vogliono bene, ed è questo il problema.
Mi arriva un messaggio della mamma del Ciccio
"Grazie per esserci stata tanto vicino e aver sopportato le mie ansie. Ti vogliamo bene. S. e il Ciccio"
Basterebbe questo a stroncare fisici più possenti e meglio allenati del mio.
Ma no! Mettiamoci il carico.
Forse non vi ho detto che un paio di settimane fa ho fatto l'ultima lezione dell'anno alla Piccola Speciale. Quando sto per andare via mi porge una bella confezione blu e un bigliettino. All'interno della confezione un bagnoschiuma e un latte corpo allo zucchero filato della Aquolina (sa che mi piacciono, mi vizia, la Piccola).
All'interno del bigliettino, la seguente frase:
"Per S. Ti voglio bene e ti rigrazio per quello che mi hai nisegnato. Ti voglio bene da F" ( gli errori sono dovuti a quella fastidiosa dislessia che sembrava debellata invece continua a fare capoccella)
Dopo avermi così regalato materiale da commozione per i prossimi cinque anni, oggi la Piccola mi chiama. Sono usciti i quadri. Tutti "buono", un "distinto" e un "ottimo". Voglio dire, mica stiamo pettinando le bambole, qui.
Mi passa la nonna, emozionatissima, felice, mi ringrazia per l'ennesima volta, e mi dice che tanto ci vediamo a luglio. Dovremo iniziare i compiti per le vacanze.

Voglio vedere come farò a non tenermela abbracciata per due ore, quella Principessina, altro che compiti.

Pubblicato il 19/6/2007 alle 18.26 nella rubrica Professione Professore.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web