Blog: http://LuceLunare.ilcannocchiale.it

Mestizia portami via

 Niente di cui esser felici è uguale a tutto di cui esser tristi?

Forse ascoltare i Kings Of Convenience non aiuta, è vero. Sono la vacuità, la sospensione, la ripetizione, che mi annullano. Ogni giorno uguale all'altro. Ogni mio errore uguale all'altro, e poi dicono che si impara. Forse sono solo un po' lenta, e quando avrò capito, finalmente, avrò novant'anni (arrivarci).
Eppure, poi, mi trovo con quella strana sensazione di peso nella testa, che prelude alla scrittura, al pensiero ridotto all'osso, al verso, massimo due, alla rima in inglese, che non so perchè ultimamente le uniche cose che scrivo sono in inglese, starò raggiungendo il bilinguismo?

Annuso l'aria, penso al fresco quieto dell'Irlanda, alla calma, ai rumori attutiti.
Ai miei diciott'anni così brevi.

Eppure penso sempre che
Every scar is a gift, every pain a bliss.

Dolce Notte

Pubblicato il 20/11/2007 alle 22.39 nella rubrica Frammenti di Luna.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web